Clinique Stay Matte Sheer Pressed Powder review: 

Hello everyone! 🙂 Today I think we can go back to the usual makeup/skincare review. Now it’s nearly September and I love the fizzy autumn air because you can get from point A to point B without having your makeup sweat into oblivion! 😉

Hence today I’m going to talk about my lovely setting “powder of the moment”, so to speak!

Who is it for?

Everyone who wants a pressed powder that can be used alone or to set your makeup (concealer, BB cream or foundation). It’s especially great for combination, oily and/or acne prone skin. Also, if you like a sheer, natural coverage this is the product for you.

What’s good about it?

The Clinique Stay Matte Sheer Pressed Powder is a great every day talc-based powder with a slightly dry and sheer finish. It comes in various shades and there are some good options for almost every skin tones. Its formula, according to the Clinique website, is shine-absorbing and oil-free; the powder will also give you an ultra-sheer texture and the skin will be perfected with a matte appearance. You can apply the product with a powder brush or with the included sponge applicator.

I have oily/acne prone skin and this is the only product that keeps my makeup nice all day, even after frequent touch-ups. Its weightless setting texture seems to literally freeze time: last year, over the course of a long day at school, my makeup stayed exactly the same as it had been when I left my house in the early morning. I must say that I was very impressed, being that the first time I used it. Prior to this product, I tried several powders from other brands, but I think that this from Clinique might just be the perfect one for me in terms of longevity (I have just bought my second box in the past 6 months).

What’s not so good about it?

Nothing really, but the sponge applicator that you can find inside the box is not so great. I would suggest to wash it every evening with some soap and water and leave it dry completely out of the box for the whole night, then the next morning you can use it again! 

Final thoughts!

I would recommend the Clinique Stay Matte Sheer Pressed Powder to every girl with combination/oily skin. Moreover, this amazing product will give you a great medium, but also natural coverage, so the person sitting next to you won’t be able to tell that you have your “heavy” foundation on! I have to say that this is a “must have”, at least for me.

You can buy it here [US Costumers] or here [UK Costumers].

What’s inside?

Ingredients:

Talc, HDI/Trimethylol Hexyllactone Crosspolymer, Lauroyl Lysine, Phenyl Trimethicone, Zinc Stearate, Dimethicone, Calcium Silicate, Silica, Hydroxyapatite, Isostearol Neopentanoate, Trimethylsiloxysilicate, Triethoxycaprylylsilane, Sorbitan Sesquioleate, Tetrasodium EDTA, Chlorphenesin, Potassium Sorbate, Mica, Iron Oxides.

Final vote:

5on 5 stars

 

 The packaging: 

  

  

Contacts:

Instagram

Twitter

Ciao a tutti! 🙂 Oggi possiamo tornare alla consueta recensione di makeup/skincare. Siamo quasi a settembre e io adoro la frizzante aria autunnale, soprattutto perché si può finalmente andare in giro senza che il trucco ti si sciolga in faccia! 😉

Quindi questo sabato vi parlerò della mia cipria preferita del momento, per così dire!

Per chi è?

Per chiunque voglia una cipria che può essere sia usata da sola sia per fissare il makeup (concealer, BB cream o fondontinta che sia). E’ perfetta soprattutto per le pelli miste, oleose o/e a tendenza acneica. Inoltre, se preferite avere sempre un look naturale, questo è il prodotto che fa per voi.

Cosa ha di buono?

La Clinique Stay Matte Sheer Pressed Powder è un’ ottima cipria da usare ogni giorno; la sua formulazione a base di talco conferisce un aspetto naturale e non-oleoso alla vostra pelle. E’ disponibile in diverse tonalità, perfette per ogni tono di pelle. La sua composizione, secondo il sito della Clinique, è in grado di assorbire l’oleosità della pelle e impedire l’aspetto lucido; la cipria dona inoltre una texture liscia e naturale al vostro viso, perfezionandolo con una finitura opaca. Il prodotto può essere applicato sia con un pennello adatto sia con la spugnetta che si trova inclusa nella confezione.

La mia pelle è oleosa e a tendenza acneica e questo è l’unico prodotto in grado di fissare il mio makeup per quasi tutto il giorno, anche dopo frequenti ritocchi. La sua texture leggera, ma allo stesso tempo fissante, sembra letteralmente fermare il tempo: l’anno scorso, durante una lunga giornata di lezioni, il mio makeup, grazie a questa cipria, è rimasto perfetto per tutto il tempo, quasi identico a com’era la mattina appena uscita di casa. Devo dire che ne sono rimasta positivamente impressionata, dato che quella era la prima volta che la usavo. Prima di scoprire questa cipria usavo altri prodotti di altre marche, ma penso che questa della Clinique sia quella che userò più a lungo e che è diventata la mia preferita! (ho appena comprato la seconda confezione, dopo aver esaurito la prima, nel giro di 6 mesi).

Cosa non mi piace?

In realtà niente, come ho già detto è un ottimo prodotto, l’unica cosa che non mi piace è la spugnetta inclusa nella confezione. Potete usare un pennello al suo posto, ma se invece decidete di utilizzarla vi consiglio di lavarla ogni sera con un po’ di acqua e sapone neutro e lasciarla asciugare fuori dalla confezione per tutta la notte, così la mattina dopo la potete usare senza problemi!

Considerazioni finali!

Raccomanderei la Clinique Stay Matte Sheer Pressed Powder a tutte le ragazze con la pelle mista/oleosa. Questo prodotto dona un’ottima copertura di medio livello ma con un aspetto allo stesso tempo naturale, tanto che chi vi siede vicino non è in grado di notare che avete applicato un fondotinta “pesante” per coprire le imperfezioni. Devo dire che questo è diventato un prodotto “must have”, almeno per me!

Come è fatta?

Talc, HDI/Trimethylol Hexyllactone Crosspolymer, Lauroyl Lysine, Phenyl Trimethicone, Zinc Stearate, Dimethicone, Calcium Silicate, Silica, Hydroxyapatite, Isostearol Neopentanoate, Trimethylsiloxysilicate, Triethoxycaprylylsilane, Sorbitan Sesquioleate, Tetrasodium EDTA, Chlorphenesin, Potassium Sorbate, Mica, Iron Oxides.

Ingerdienti:

Voto Finale:

5stelle su 5 

  

Advertisements

TAG: Tu e il tuo Make-up

Ciao a tutti! 🙂 oggi post veloce, ringrazio Theimbranationgirl per il tag ideato da Il nostro stile e Beauty Molly a cui partecipo molto volentieri! 

  

Queste sono le regole del tag:

  1. Utilizzare il logo;
  2. Menzionare le ideatrici;
  3. Ringraziare chi nomina;
  4. Rispondere alle domande;
  5. Se si vuole, nominare chiunque si voglia, sennò lasciare a chi lo legge libera scelta di farlo;
  6. In caso si fossero scelti dei nominati, avvisarli;      

1.  Che tipologia di pelle hai? Quale o quali prodotto/i di skincare sono per te indispensabili?

    La mia pelle è impura e a tendenza acneica per cui vado da misto a oleoso. I miei prodotti di skincare che prediligo sono un buon gel o mousse detergente, uno scrub per la sera e una maschera purificante almeno una volta a settimana! 

    2. Che tipologia di fondotinta prediligi? Il tuo preferito?

    Avendo una pelle per niente perfetta devo optare per un fondo liquido e a medio/alta coprenza. Il mio preferito è il Dolce & Gabbana Perfect e Luminous Liquid Foundation nella colorazione 80. 

    Questo è il link che vi spiega come si comporta il prodotto se volete darci uno sguardo! 🙂 

    3. Hai molte occhiaie? E imperfezioni? Quali sono i tuoi correttori preferiti per entrambi i difetti?

    Ho un pochino di occhiaie ma niente di esasperante. Le imperfezioni credo che facciano campeggi e party sulla mia faccia per cui non dico altro. 😉 il correttore che uso per entrambi i difetti è il Dior Diorskin Nude! Come sopra vi metto il link per saperne di più!

    4. Usi la cipria per fissare il fondotinta? La stessa per viso e contorno occhi? La tua cipria preferita?

    Senza cipria, credo che sulla mia pelle, il fondotinta assieme al correttore si scioglierebbero e per evitare questo piccolo inconveniente utilizzo una cipria delle Clinique di cui vedrete molto presto la recensione qui sul blog! 🙂 

    5. Come sono le tue sopracciglia? Le disegni? Il tuo prodotto preferito per definirle?

    Le mie sopracciaglia stanno bene, grazie! 😉 Ogni tanto le spinzetto per evitare che perdano la forma che l’estetista mi ha aiutato a darle. Il mio prodotto preferito per, diciamo a grandi linee, ridefinirle è il color marrone del trio Physicians Formula  [ di  seguito il link ] combinato con la matita Neve Cosmetics [ di seguito il link ].

    6. Cosa utilizzi di più tra eyeliner, matita e kajal? Il tuo preferito?

    Assolutamente Eyeliner, senza quello mi sembra di non avere gli occhi! 😉 Poco tempo fa ho scritto un post riguardante il mio eyeliner preferito, lo trovate qui !

    7. Come sono le tue ciglia (corte, folte, ecc)? Il tuo mascara preferito?

    Le mie ciglia sono abbastanza lunghe e folte, come i miei capelli e le mie sopracciglia, da farmi lacrimare almeno 5 minuti se me ne cade una nell’occhio per sbaglio! 🙂 Il mio mascara preferito è stata la mia prima recensione sul blog, e la trovate qui .

    8. Usi più rossetti lucidi o matt? Il tuo rossetto preferito?

    Adoro i rossetti in generale ma i matt sono diventati, come credo la metà della popolazione femminile, la mia ossessione! Il mio rossetto preferito è il Gloss effetto rossetto No-transfer nella colorazione 01 Always Red di Sephora. Io non lo chiamerei proprio gloss, dato che, una volta applicato si fissa e si mattifica in un paio di secondi e siete pronte per un aperitivo, ovviamente se cominciate a mangiare pizza e patatine, come la maggior parte dei rossetti, non sopravvive alla serata! 

    qui il link per le colorazioni e il prezzo ]

    Vi metto una foto per avere un’ idea del risultato del prodotto! 🙂

       

       
      

    9. Se dovessi decidere, quale prodotto tra terra, blush e illuminante sceglieresti? Il tuo preferito per ogni categoria?

    Direi il blush anche perchè adoro avere le guanciotte rosa, mi dà un senso di freschezza e di vivacità! Per quanto riguarda la terra ne ho una che uso per un contouring leggero di una vecchia collezione “Daring Game” della Kiko Make Up Milano ed è lo 01 Radiant Honey.

        

        
    L’illuminante come potrete notare nell’immagine non lo uso quasi mai perchè la mia pelle si lucida facilmente.

    Il blush è della stessa collezione ed è lo 02 Raspberry Rose and Peach.

      

      
    10. Che tipologia di ombretto preferisci e qual è il tuo preferito?

    Probabilmente quelli in polvere compatta! Non ne ho uno preferito in assoluto, peró adoro la formulazione di quelli Urban Decay! 🙂 

    11. Ora scrivi 1 o al massimo 2 tuoi prodotti make up must have!

    I prodotti di cui non posso fare a meno sono sicuramente l’eyeliner e il rossetto! 🙂 

    Ora lascio libera scelta a voi che leggete se rispondere a questo tag! 

    Grazie per aver letto questo post e a presto! 😉 

    5 libri +1 per una rilassante serata estiva:

    Ciao a tutti! 🙂 In queste calde estati tutto ció di cui abbiamo bisogno è un luogo tranquillo e pacifico con una candela e un buon libro!
    La scorsa settimana ho scritto un post sulle mie candele preferite, quindi questa volta vi parleró di alcuni libri che mi hanno colpito durante gli scorsi mesi e quest’estate!
    Cominciamo con quello che più mi è piaciuto leggere: 

    • Player One by Ernest Cline.
      

    È un racconto di fantascienza ambientato nel 2044. Mi piace molto come il libro è scritto e come la storia viene argomentata. È un genere nuovo con una storia unica e affascinante da leggere in spiaggia o dovunque vogliate! 🙂 

    Sinossi:

    Il mondo è un brutto posto. Wade ha diciotto anni e trascorre le sue giornate in un universo virtuale chiamato OASIS, dove si fa amicizia, ci si innamora, si fa ciò che ormai è impossibile fare nel mondo reale, oppresso da guerre e carestie. Ma un giorno James Halliday, geniale creatore di OASIS, muore senza eredi. L’unico modo per salvare OASIS da una spietata multinazionale è metterlo in palio tra i suoi abitanti: a ereditarlo sarà il vincitore della più incredibile gara mai immaginata. Wade risolve quasi per caso il primo enigma, diventando di colpo, insieme ad alcuni amici, l’unica speranza dell’umanità. Sarà solo la prima di tante prove: recitare a memoria le battute di Wargames, penetrare nella Tyrell Corporation di Blade Runner, giocare la partita perfetta a Pac-Man, sfidare giganteschi robot giapponesi e così via, in una rassegna di missioni di ogni tipo, ambientate nell’immaginario pop degli anni ’80, a cui OASIS è ispirato.

    Continuiamo con:

    • 1Q84 One Q Eighty-Four or Q-teen Eighty-Four or ichi-kew-hachi-yon (いちきゅうはちよん) by Haruki Murakami.

      

    Lo so, lo so, questo non è sicuramente un libro leggero ed estivo, ma ogni tanto possiamo anche fare uno strappo alla regola e iniziare delle letture più impegnative che richiedono un pò più di attenzione.

    1Q84 mi ha completamente rapita, la sua storia ed i suoi personaggi mi hanno trascinata nel loro mondo fin da subito!

    Questo libro è complesso e surreale dato che nel corso dei capitoli continua a balzare avanti ed indietro nello spazio, nel tempo e tra le avventure dei due protagonisti. Tratta di differenti temi tra cui la religione, l’affetto, l’amore,l’omicidio, il passato, i legami familiari e la violenza. 

    Gli eventi di 1Q84 si svolgono a Tōkyo in un finto 1984, i primi due volumi trattano gli eventi accaduti da Aprile a Giugno mentre il terzo si concentra su Ottobre e Dicembre.

    Sinossi:

    1984, Tokyo. Aomame è bloccata in un taxi nel traffico. L’autista le suggerisce, come unica soluzione per non mancare all’appuntamento che l’aspetta, di uscire dalla tangenziale utilizzando una scala di emergenza, nascosta e poco frequentata. Ma, sibillino, aggiunge di fare attenzione: «Non si lasci ingannare dalle apparenze. La realtà è sempre una sola».Negli stessi giorni Tengo, un giovane aspirante scrittore dotato di buona tecnica ma povero d’ispirazione, riceve uno strano incarico: un editor senza scrupoli gli chiede di riscrivere il romanzo di un’enigmatica diciassettenne così da candidarlo a un famoso premio letterario. Ma La crisalide d’aria (空気さなぎ)è un romanzo fantastico – o almeno così dovrebbe essere – tanto ricco di immaginazione quanto sottilmente inquietante: la descrizione della realtà parallela alla nostra e di piccole creature che si nascondono nel corpo umano come parassiti turbano profondamente Tengo. L’incontro con l’autrice non farà che aumentare la sua vertigine: chi è veramente Fukada Eriko?Intanto Aomame (che pure non è certo una ragazza qualsiasi: nella borsetta ha un affilatissimo rompighiaccio con cui deve uccidere un uomo) osserva perplessa il mondo che la circonda: sembra quello di sempre, eppure piccoli, sinistri particolari divergono da quello a cui era abituata. Finché un giorno non vede comparire in cielo una seconda luna e sospetta di essere l’unica persona in grado di attraversare la sottile barriera che divide il 1984 dal 1Q84.Ma capisce anche un’altra cosa: che quella barriera sta per infrangersi.

    Proseguiamo con una dolce storia con un sottotono tetro, che parla di vampiri. Ma sempre meglio di Twilight, secondo me:

    •L’accademia dei Vampiri by Richelle Mead. 

      
    Questa è una serie di sei “young-adult” basati sul romanticismo tra vampiri. Ammetto che il primo e ce ne sono altri cinque [Morsi di Ghiaccio, Il Bacio dell’ Ombra, Promessa di Sangue, Anime Legate, L’Ultimo Sacrificio] non è avventuroso come gli ultimi tre. Se peró amate questo genere di storie la narrazione vi terrà incollati al libro fino alla fine, per il resto dell’estate! 

    Sinossi:

    Fuggire dall’Accademia dei Vampiri sembrava l’unica strada per una vita “normale”. Ma Lissa, principessa di una delle più nobili casate di vampiri, e Rose, sua migliore amica e guardiana, vengono ritrovate e riportate fra le mura del college. Dietro l’apparente ritorno alla normalità si nasconde una lotta senza regole per il controllo del potere, di cui Lissa è l’ignara custode. I pettegolezzi, gli sguardi curiosi, le malignità sono i nemici più facili da sconfiggere. Il pericolo reale si mostra solo quando decide di colpire. Lissa pagherà con la vita, se Rose non sarà capace di proteggerla.

    Torniamo sui passi di libri con un pò di mistero e un buon detective alle prese con un killer davvero insospettabile:

    • Tutto inizió con un calice spezzato by Selwyn Jepson.

      

    Adoro i libri in cui la trama si concentra su un omicidio quasi perfetto, ma questo è davvero particolare, infatti è un libro di un autore del 1930! Se adorate le storie di Agatha Christie allora sicuramente adorerete anche questo.

    Grazie alle tantissime scene inaspettate rimarrete colpiti dalla successione degli eventi, e proprio quando penserete di aver capito chi è in verità l’assassino… HA! Buona fortuna! 🙂

    Sinossi:

    Eastblyth Manor, a molti nota come “il Castello”, è la residenza di campagna di John Arden, eminente sociologo inglese che vi conduce una vita tranquilla, solitaria e dedita al lavoro. Qui, ogni settimana, Arden dà prova del suo buon gusto in materia di vini e di cucina invitando a cena alcune conoscenze del luogo: il finanziere Hamish Page, il reverendo Lionel Lake, la scrittrice Katherine Codrington, il professor Gilbert Skinner e la sua giovane e scapestrata figlia Anita. Ma una di queste cene è destinata a cambiare inesorabilmente la vita del padrone di casa e dei suoi invitati. All’improvviso, nel bel mezzo della serata, il calice di vino che Arden tiene in mano si spezza in due e una pallottola si conficca nel pannello di legno dietro la sua testa. Il proiettile, a quanto pare, è entrato dalla finestra aperta che si affaccia sul giardino di fronte alla casa, ma l’identità dell’attentatore e il movente sono un autentico mistero. Quel tentato omicidio darà l’avvio a una serie di inesplicabili delitti che vedranno come vittime i partecipanti a quella cena, malgrado le loro precauzioni e l’impegno della polizia, spalleggiata dal valente criminologo George Jupp.

    E tornando a letture più serene:

    • La Trilogia delle Gemme by Kerstin Gier:

      
    È una serie di tre fantasy che seguono la storia di Gwen Shepherd, una ragazza che puó viaggiare nel tempo ma che vive in una Londra contemporanea. Questo libro mi è davvero piaciuto, tanto da averlo letto in un mese e se siete amanti del genere fantasy/storico ve lo consiglio caldamente! 🙂

    Questo è il primo, il cui titolo è Red, di tre libri, il secondo Blue, il terzo ed ultimo è Green.

    Sinossi:

    Per l’amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all’altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. Da quando, a causa della morte del padre, si è trasferita con la mamma e i fratelli in quella casa, la sua vita le sembra sensibilmente peggiorata. La nonna, Lady Arisa, comanda tutti a bacchetta con piglio da nobildonna e con l’aiuto dell’inquietante maggiordomo Mr Bernhard, e zia Glenda considera lei, Gwen, una ragazzina superficiale e certamente non all’altezza del nome dei Montrose. E poi c’è Charlotte, sua cugina: capelli rossi, aggraziata, bravissima a scuola e con un sorriso da Monna Lisa. È lei la prescelta, colei che dalla nascita è stata addestrata per il grande giorno in cui compirà il primo salto nel passato. Charlotte si dà un sacco di arie, ma Gwen proprio non la invidia: sa bene che si tratta di una missione pericolosissima non solo per la sua famiglia ma per l’umanità intera, e da cui potrebbe non esserci ritorno. E non importa se Charlotte non viaggerà sola ma sarà accompagnata da un altro prescelto, Gideon de Villiers, occhi verdi e sorriso sprezzante… Gwen non vorrebbe davvero trovarsi al suo posto. Per nulla al mondo…

    E… infine… rullo di tamburi… questo è il mio +1 :

    • The Hunger Games by Suzanne Collins

      
    È la mia serie preferita. Adoro sia i personaggi che la storia! La scorsa estate ho anche scoperto che avevano girato un film e da allora sono ossessionata da questa trilogia! 😉 Se non l’avete ancora letto dovete dargli assolutamente una possibilità! [Il mio libro preferito è il secondo]

    La trilogia consiste in:

    • The Hunger Games

    • La Ragazza di Fuoco

    • Il Canto della Rivolta

    Sinossi:

    Quando Katniss urla “Mi offro volontaria, mi offro volontaria come tributo!” sa di aver appena firmato la sua condanna a morte. È il giorno dell’estrazione dei partecipanti agli Hunger Games, un reality show organizzato ogni anno da Capitol City con una sola regola: uccidi o muori. Ognuno dei Distretti deve sorteggiare un ragazzo e una ragazza tra i 12 e i 18 anni che verrà gettato nell’Arena a combattere fino alla morte. Ne sopravvive uno solo, il più bravo, il più forte, ma anche quello che si conquista il pubblico, gli sponsor, l’audience. Katniss appartiene al Distretto 12, quello dei minatori, quello che gli Hunger Games li ha vinti solo due volte in 73 edizioni, e sa di aver poche possibilità di farcela. Ma si è offerta al posto di sua sorella minore e farà di tutto per tornare da lei. Da quando è nata ha lottato per vivere e lo farà anche questa volta. Nella sua squadra c’è anche Peeta, un ragazzo gentile che però non ha la stoffa per farcela. Lui è determinato a mantenere integri i propri sentimenti e dichiara davanti alle telecamere di essere innamorato di Katniss. Ma negli Hunger Games non esistono gli amici, non esistono gli affetti, non c’è spazio per l’amore. Bisogna saper scegliere e, soprattutto, per vincere bisogna saper perdere, rinunciare a tutto ciò che ti rende Uomo.

    E con questo è tutto, vado a leggermi un altro buon libro! Buona lettura e buona estate a tutti voi! 🙂

    Contacts:

    Instagram
    Twitter

    5 books +1 for a lovely and relaxing summer night:

    Hello everyone! 🙂 During this hot summer sometimes all we need is a lazy, hazy night in a quiet and refreshing place with a candle and a good book! 

    Last week I did a post about my favorite candles, so this time I’m going to write about some lovely books that I’ve been reading during this past months and this summer!

    So, here we go: the 5 books +1 for a lovely and relaxing summer night:

    Let’s begin with the one I liked the most:

    • Ready Player One by Ernest Cline.

      It’s a science fiction novel that takes place in the year 2044. I really love how the book is written and how the story goes by! It’s fascinating and new with a very unique but brilliant story to read at the beach or wherever you want. 🙂

    Plot summary:

    In the year 2044, Wade Watts, like most of humanity, escapes his grim surroundings by spending his waking hours jacked into the OASIS, a sprawling virtual utopia. Like others, Wade dreams of discovering a virtual Easter Egg that lies concealed within one of thousands of virtual worlds by the OASIS’s creator, the late James Halliday. Halliday stipulated in his will that the person who discovers the egg will inherit his entire estate, including management and control of the OASIS itself; a prize worth hundreds of billions of dollars.

    Let’s continue with:

    • 1Q84 One Q Eighty-Four or Q-teen Eighty-Four or ichi-kew-hachi-yon (いちきゅうはちよん) by Haruki Murakami.

     

      

    I know, I know this is not a short and cute novel, but occasionally we can read a super good book that take a lot of thought and close attention 🙂

    I was completely hooked by this book, its story line and its characters, and for me this is the best reading time! 🙂 1Q84 is a complex and surreal book which shifts back and forth between space, time and the stories of two characters. It deals with very different themes: murder, history, cult religion, violence, family ties and love.

    The events of 1Q84 take place in Tokyo during a fictionalized 1984, with the first volume set between April and June, the second between July and September, and the third between October and December.

    Plot summary:

    The book opens with Aomame as she catches a taxi in Tokyo on her way to a work assignment. When the taxi gets stuck in a traffic jam, the driver suggests that she get out of the car and climb down an emergency escape in order to make her important meeting, though he warns her that doing so might change the very nature of reality. Then Aomame starts to have bizarre experiences, noticing new details about the world that are subtly different. After reading some newspaper articles, she concludes that she must be living in an alternative reality, which she calls “1Q84,” and suspects that she entered it about the time she heard a strange music on the taxi radio. The character of Tengo is introduced next. Tengo’s editor asks him to rewrite an awkwardly written but otherwise promising manuscript, Air Chrysalis (空気さなぎ). Tengo has reservations about rewriting another author’s work; he agrees to do so only if he can meet with the original writer and ask for her permission. The original author, however, tells Tengo to do as he likes with the manuscript. Then Aomame and Tengo’s parallel worlds begin to draw closer to each other and their fates would become closely intertwined. Now they are each doing something very dangerous, in their own way. And in this world, there seems no way to save them both, but something extraordinary is starting.

    Then we can move on to a sweet tale, with lightly dark undertones, about vampires. This is better than Twilight, at least for me:

    •Vampire Academy by Richelle Mead. 

       

    This is a series of six young-adult paranormal romance novels. I must admit that the first one, Vampire Academy [there are 5 other books beside that: Frostbite, Shadow Kiss, Blood Promise, Spirit Bound and the final one Last Sacrifice] is not as adventurous as the last three, but if you love this kind of stories it will keep you glued to the series for the rest of the summer! 😉

    Plot summary:

    Lissa Dragomir is a Moroi princess, the last one of her family and a mortal vampire with a rare gift for harnessing the earth’s magic. She must be protected at all times from Strigoi, the evil undead vampires. The powerful blend of human and vampire blood that flows through Rose Hathaway makes her a dhampir. She is training to be a guardian of her Moroi best friend, Lissa. In the process of learning how to defeat the Strigoi in St. Vladimir’s Academy, Rose finds herself caught in a forbidden romance with her instructor, while having an unbreakable psychic bond with Lissa.

    • I Met Murder by Selwyn Jepson

      
    I love mystery books but this one is a very particular mystery/horror novel from a 1930 author. If you like Agatha Christie’s stories then you will definitely love this one! With a lot of unexpected action this thriller will have you sitting on the edge of your seat and just when you think you have figured out who the murderer is… HA! Good luck with that! 😉 

    Plot summary: 

    Eastblyth Manor, known as “the Castle”, is the country residence of John Arden, eminent English sociologist who leads a quiet and lonely life devoted to work. Here, every week, Arden gives evidence of its good taste with regard to wines and cuisine inviting to dinner some eminent guests : the financier Hamish Page, the Reverend Lionel Lake, the writer Katherine Codrington, professor Gilbert Skinner and his young and dissolute daughter. Arden helps the detectives when a rich dinner guest of his goes home to be found dead the next morning. The other guests at the dinner become suspects until the next death throws the whole case into chaos.

    We can continue with:

    • The Ruby Red Trilogy by Kerstin Gier

       

    It is a series of three fantasy novels that follows the story of Gwen Shepherd, a time-traveling girl living in contemporary London. I loved this book, I read it in one month and I absolutely recommend it if you are a lover of fantasy/historical genre! Kerstin Gier’s Ruby Red is a young adult novel full of fantasy and romance. This is the first book followed by Sapphire Blue and Emerald Green.

    Plot summary: 

    Gwendolyn Shepherd, a 16-year-old student, feels dizzy for the first time during lunch at her school in London. Not long after, she unintentionally takes a sudden spin to a different era! Gwendolyn travels through time several times after the first one and then is finally acknowledged as the last time traveler, the twelfth, whose symbolic gem is the Ruby. Now she has to put her blood into the chronograph, a time travel machine, so that she can use it to travel through time smoothly and avoid uncontrolled jumps.

    Gwen must now unearth the mystery of why her mother would lie about her birth date to ward off suspicion about her ability, brush up on her history, and work with Gideon de Villers the young time traveler from a similarly gifted family whose presence becomes, in time, less insufferable and more essential. Together, Gwendolyn and Gideon travel through time to discover who, in the 18th century and in contemporary London, they can trust with their secrets.

    And… drum rolls please… this is my +1:

    I left my beloved trilogy for last, but if you have been on this planet and not living under a rock for the last years you probably know what I’m going to talk about:

    • The Hunger Games by Suzanne Collins  

      
    It’s one of my favorite series, I absolutely love the characters and the story line! Last summer I also find out about the movies and since then I became obsessed with this trilogy. If you haven’t read it yet you must give it a shot (FYI, the second book is my favorite one).

    The trilogy consists of :

    • The Hunger Games

    • Catching Fire

    • Mockingjay

    Plot summary: 

    In the ruins of a place once known as North America lies the nation of Panem, a shining Capitol surrounded by twelve outlying districts. Long ago the districts waged war on the Capitol and were defeated. As part of the surrender terms, each district agreed to send one boy and one girl to appear in an annual televised event called, “The Hunger Games,” a fight to the death on live TV. Sixteen-year-old Katniss Everdeen, who lives alone with her mother and younger sister, regards it as a death sentence when she is forced to represent her district in the Games. The terrain, rules, and level of audience participation may change but one thing is constant: kill or be killed.

    That’s all folks, now I’m off to do some more reading! Have a good summer of books and fun. 🙂

    Contacts:

    Instagram
    Twitter

    The summer time candle review:

    Hello everyone! 🙂 It’s summer time and we all need some quality relaxing time, maybe with a book and a scented candle during this hot evening nights!

    P.S: If you’re staying outside, beware of the mosquitoes… and only use citronella candles! 😉
    So, back to the point, today I’m going to talk about Yankee Candle Tarts, Zara Home Candles and Bolsius Candles!

    • Let’s begin with Yankee Candle Tarts Wax Melts:

    I have a lot of them and I really love their smell! They come in a whole host of different flavors and are very cheap, if you want to try many different scents. Also, they last up to 8 hours and have a great persistent fragrance. So, I would definitively recommend the tarts instead of the candles because with less money you can buy more tarts than candles and they smell even better.

    With this Candle Tarts you have to use a ceramic oil burner with a tea light inside. Then, to pour the wax out of the ceramic burner, you have to let it cool for at least two hours or put it in the fridge or freezer before popping the wax out.

    You can find Yankee Candle Tarts on their Official Website or in a very provided DIY or bricolage store! 

    • To the Zara Home Ginger Lily Candle:

    If you are, like me, a candle lover and have not seen Zara Home’s selection yet, you are missing a big smelly trick. 😉 They have a luxurious smell, last very long and – bonus point – they are not bank breaking! Moreover, their scent is strong without being over-powering like some other candles. I bought the smaller one which comes in a purple glass tumbler and lasts 35 hours (there is also a larger one which comes in a clear cylindrical glass tumbler and lasts 80 hours). From the picture you can see that I have used quite a lot of it, but I would definitively recommend to burn it for an hour or two max and then snuff out the candle, because at some point your nose will get used to the scent and you won’t be able to appreciate the fragrance anymore! These candles are 100% vegetable wax and come in a whole host of flavors.

    If there isn’t a Zara Home store near you, you can find them on their Official Website 

    And last but not leastthe Lilac Blossom Bolsius Candle (the company website is here )

    I have just bought the Lilac Blossom flavor and have already used it for a few hours! The smell is so lovely and much softer that you would expect, making it the perfect candle for the bedroom or your desk. Also, its slightly persistent scent is great for people, like me, that hate too strong fragrances. You can find the Bolsius Candles in a very provided DIY or bricolage shop.

      
      

    Contacts:

    Twitter
    Instagram

    Ciao a tutti! 🙂 Tempo d’estate e di relax, magari con un bel libro e una candela profumata a tenerci compagnia durante queste caldissime sere d’estate!

    P.S: Se rimanete all’aperto attenzione però alle zanzare… in quel caso usate solo candele alla citronella! 😉

    Ma, tornando al punto, oggi vi parlerò delle Tartine della Yankee Candle, delle Candele di Zara Home e delle Candele Bolsius!

    Iniziamo con le tartine della Yankee Candle:
    Ne ho parecchie e adoro il loro profumo! Sono molto economiche rispetto alle candele e si trovano in tantissime profumazioni diverse, se volete provarne parecchie con un acquisto solo. In più, durano per circa 8 ore e la loro fragranza è abbastanza persistente. Quindi io vi consiglierei di comprare le tartine piuttosto che le candele perché spendendo di meno ne potete comprare di più e, secondo me, il loro profumo si sente di più rispetto a quello delle candele.

    Con le tartine dovete usare però un bruciaessenze in ceramica con una tea light da inserire nell’apposito spazio. Poi, dopo l’uso, per staccare la tartina dal bruciaessenze dovete o aspettare che si raffreddi per almeno 2 ore oppure dovete mettere il bruciaessenze nel frigo o nel freezer prima di riuscire a togliere la cera della tartina.

    Potete trovarle su QVC Italia, Amazon Italia o in qualsiasi negozio di bricolage ben fornito! 

    La candela di Zara Home – versione Ginger Lily:

    Se vi piacciono le candele, tanto quanto piacciono a me, e non avete ancora visto la selezione delle nuove candele di Zara Home vi state perdendo un oggetto meraviglioso e profumoso! 😉

    La loro fragranza è lussuriosa, durano a lungo e, punto in più, non dovete rapinare una banca per doverle comprare (come certe marche di candele)! Inoltre il loro profumo è forte, ma senza essere eccessivo come succede con altri tipi di candele. Io ho comprato quella piccola che è disponibile in un bicchiere di vetro viola e dura fino a 35 ore (c’è anche la versione più grande che è disponibile in un bicchiere cilindrico di vetro bianco e dura fino a 80 ore). Dalla foto potete vedere che ne ho già consumata un bel po’, ma io vi consiglierei di lasciarla accesa per una, massimo due ore e poi spegnerla, perché dopo un po’ di tempo il vostro naso si abituerà al profumo e non sarete più in grado di apprezzarla come all’inizio. Queste candele sono composte al 100% di cera vegetale e sono disponibili in diverse profumazioni, tutte da provare!

    Se non c’è un negozio di Zara vicino a casa vostra potete comprare le candele direttamente sul Sito Ufficiale  

    • E ultima, ma non per importanza… la candela Fiore di Lillà della Bolsius (il sito della ditta è questo )

    Non ho resistito, ho appena comprato la candela Fiore di Lillà della Bolsius e l’ho già accesa per un paio d’ore! Il profumo è delizioso e molto più leggero di quello che ci si aspetterebbe, questo la rende una candela perfetta da tenere in camera o sulla scrivania. Inoltre, il suo profumo leggero ma persistente è perfetto per quelle persone, come me, che non amano le fragranze troppo forti. Potete trovare le candele Bolsius nei negozi Leroy Merlin.